Ecco 10 curiosità e consigli sull’hamburger che sicuramente non sapevi

Dell‘hamburger non ci si stanca mai. Quando non stiamo provando nuove hamburgerie o sperimentando ricette ci affidiamo alla scienza: per scoprire la ricetta dell’hamburger perfetto e imparare come mangiarlo.

Come si può dire di no a un panino succulento accompagnato in genere da una generosa porzione di patatine fritte?

Ecco 10 curiosità e consigli sull’hamburger che sicuramente non sapevi:

  1. RECORD – I maggiori consumatori sono gli americani, con 13 miliardi di hamburger consumati all’anno: messi uno di fianco all’altro, circonderebbero la terra 32 volte.
  2. Il Pane – I classico pane da hamburger con il sesamo sopra è l’ideale per questo genere di preparazioni. Sceglietene uno morbido e abbastanza compatto. Quelli troppo spugnosi assorbono l’umidità della carne e si ammorbidiscono troppo..
  3. Cottura del pane – Il panino deve essere croccante e caldo. Tagliatelo a metà e riscaldatelo su una padella antiaderente dalla parte della mollica. Evitate il forno perché diventerebbe troppo croccante anche all’interno.
  4. STORIA – Il primo giornale ad occuparsi del fenomeno è stato il Walla Walla Washington newspaper, nel 1889. Il cheeseburger invece è nato nel 1920, quando un giovane cuoco di Pasadena aggiunse una sottile fettina di formaggio al panino che stava preparando.
  5. IL NOME – La parola deriva dalla città tedesca di Amburgo (Hamburg in inglese), dove i primi hamburger di manzo sono stati consumati. Durante la Prima Guerra Mondiale veniva chiamato Liberty Sandwichper non usare la parola tedesca.
  6. Cottura della carne – Cuocete l’hamburger su una padella antiaderente caldissima o sul barbecue. Se utilizzate una piastra rischiate di rompere la carne se la piastra non è abbastanza calda. Non aggiungete olio e condimenti di nessun genere.
  7. COSTOSO? – C’è la pregiata carne di Kobe, il manzo giapponese, dentro l’hamburger più costoso del mondo: servito in un casino di Las Vegas con tartufo e foie gras, costa cinquemila dollari.
  8. Bucare la carne? – L’hamburger va cotto qualche minuto per lato e dentro deve rimanere rosato. Non punzecchiatelo con la forchetta durante la cottura per far fuoriuscire il sangue in eccesso. Solo un macinato di ottima qualità e soprattutto  la carne macinata al momento.
  9. Composizione dell’hamburger – Componete il vostro panino aggiungendo una fetta di pomodoro abbastanza larga e una foglia di lattughino solo al momento di servire altrimenti la verdura rischia di cuocersi con la carne calda. Non dovrebbero mai mancare nemmeno una fetta di bacon croccante e solo per gli amanti del genere “strong” un cetriolino e una fettina di cipolla.
  10. Ben più costoso il primo hamburger “artificiale”. Creato in un laboratorio olandese, dopo anni di ricerca, il primo a cuocerlo è stato lo chef tristellato Heston Blumenthal.